Il Bambino Sicuro

Stampa PDF

bimbo indeciso tnLa sicurezza del bambino nasce da una solida relazione con i genitori fondata sulla fiducia, sulla stima.

Un atteggiamento troppo autoritario e rigido offre sicurezza nell’immediato, ma rischia di rendere il bambino dipendente dal giudizio del genitore.
Un atteggiamento troppo lassista rischia di rendere il bambino apparentemente sicuro perché impara a sue spese a gestire determinate situazioni.La fiducia si costruisce fin dall’inizio con un atteggiamento attento nei confronti dei bisogni e delle emozioni del piccolo.

La comunicazione genitore-bambino, fin dall’inizio, si fonda su aspetti non verbali: i primi vocalizzi, lo sguardo, il sorriso. I genitori ricambiano con altrettanti gorgheggi, sorrisi e sguardi.

Jigoro Kano con due giovani allieviQuando il bambino comincia a parlare la comunicazione verbale diviene preminente, ma non per questo si abbandonano gli aspetti non verbali. Spesso i bambini non sanno spiegarci cosa sta loro succedendo e trovano gli atteggiamenti e i comportamenti più insoliti. Talvolta non raccontano perché non sanno come raccontare, non sanno dare una spiegazione a ciò he stanno vivendo.

I genitori dovrebbero dunque essere attenti a cogliere segnali non verbali e aiutare il bambino a esplicitare cosa prova. Si può trattare di un litigio a scuola, di un rimprovero della maestra, di eventi piccoli e normali che se rimangono senza spiegazione possono diventare veri e propri problemi.

Allora è importante provare a comunicare cosa abbiamo colto del suo comportamento e provare a fare qualche ipotesi per rendere più comprensibile e condivisibile il suo stato d’animo.

Il bambino a quel punto sente il genitore come un alleato, qualcuno su cui contare: si apre così la strada verso la fiducia reciproca.

 

Dott.ssa Claudia Lorenzi

 

 

 

Banner
Banner