Il Nome Yoshin Ryu : La Leggenda della la Scuola del Cuore del Salice
Nelle vicinanze di Nagasaki, viveva un medico filosofo di nome Shirobei Akiyama. Egli era convinto che l'origine delle malattie umane fosse la cattiva utilizzazione del corpo e dello spirito. Questo precursore della medicina psico-somatica partì per la Cina, dove, si diceva, le tecniche terapeutiche compissero meraviglie.
Egli studio i principi del Tao, l'agopuntura e qualche presa del famoso wou-chou, lotta cinese che utilizza le proiezioni, le lussazioni e i colpi ed è stata creata da un medico per ristabilire rapidamente i convalescenti e sviluppare armoniosamente il corpo.


Rientrato in Giappone, Shireobei Akyama insegnò ad alcuni discepoli una ventina di tecniche di rianimazione e tre o quattro attacchi basati sul danneggiamento di certi punti vitali. Egli aveva compreso il principio Positivo della filosofia del Tao, con le sue applicazioni pratiche tanto nella medicina quanto nella lotta.

[...]

Egli passeggiava un mattino nel giardino del Tempio, mentre nevicava in abbondanza. Egli ascoltava lo scricchiolio dei rami dei ciliegi, che si spezzavano sotto la neve. Poi vide un Salice sul bordo del fiume. Il peso della neve ne curvava i rami. Il legno flessibile si sbarazzava allora del suo fardello, poi riprendeva la posizioni originaria.

Fu l'illuminazione!!

Al positivo bisognava opporre il suo complemento: il negativo! Alla forza occorre reagire con la flessibilità. Se un assalitore vi spinge, non opponetegli la vostra forza, perché se la sua è superiore rischiate di essere atterrati. Alla spinta, cedete rapidamente arretrando in maniera pronta e inattesa. Il vostro avversario avrà sfondato una porta aperta e, privo di equilibrio, cadrà ai vostri piedi.
Se al contrario, un avversario vi tira verso di lui, non irrigidetevi in una vana resistenza. Balzate nel senso della sua trazione e, ancora una volta, approfittate della mancanza di equilibrio dell'equilibrio dell'aggressore per atterrarlo senza grande sforzo.
Il medico di Nagasaki perfezionò allora l'attacco e la difesa del corpo a corpo e creò alcune centinaia di prese.
I suoi discepoli propagarono il suo insegnamento sotto il nome di Yoshin Ryu o "La Scuola del cuore del Salice".

Tratto da : Judo - Luis Robert – 1977

Questa Bellissima storia, putroppo è solo leggenda: lo stesso Jigoro Kano, fondatore del Judo Tradizionale, nei suoi appunti raccolti dal M° Murata "Mind over The Muscle", ribadisce che si non è mai stata provata la vera esistenza di quanto sopra raccontanto.... ma a noi piace credere di si.

 

 

 

Banner
Banner